contact us

SKY IS THE LIMIT

porto recanati – 20/21/22 Settembre 2024 

discovering Marche, the cycle heaven !

SKY IS THE LIMIT

porto recanati

20/21/22 settembre 2024

In 15 mila a Porto Recanati: la 5 Mila Marche è una festa

La GF 5 Mila ha messo fine al weekend all’insegna della bicicletta e della scoperta della Regione. Tutto il territorio è stato coinvolto dalla 3 giorni di eventi, con hotel al completo e appassionati da ogni parte del mondo

“Pronti a farvi emozionare” era il leit motiv dell’edizione di quest’anno della 5 Mila Marche. E così è stato. I numeri della 3 giorni di eventi che facevano base a Porto Recanati (MC), ma coinvolgevano buona parte del territorio marchigiano, parlano di una missione compiuta per coinvolgimento e interesse generale attorno alla manifestazione.

Le presenze registrate nel weekend toccano le 15 mila, con appassionati giunti da tutta Italia ma anche dall’estero. A Porto Recanati sono infatti arrivati ciclisti da 38 province italiane, con una folta rappresentanza di lombardi, emiliano-romagnoli, trentini e altoatesini, e da ben 15 Nazioni europee e non, vale a dire Gran Bretagna, Svizzera, Germania, Danimarca, Austria, Spagna, Svizzera, Francia, Repubblica Ceca, Russia, Bielorussia, Irlanda e Brasile.

Tra staff e volontari sono state ben 650 le persone coinvolte nell’organizzazione dei vari eventi e iniziative del weekend, con 268 di questi impegnati nel presidio degli incroci, sempre delicati quando si parla di una manifestazione ciclistica. “Innanzitutto, mi preme ringraziare volontari, sponsor, enti e comuni che si sono spesi insieme a noi per organizzare questi 3 giorni della 5 Mila Marche – ha spiegato l’organizzatore Andrea Tonti -. Io ci metto la faccio, ma senza di loro sarebbe impossibile poter tirare su una manifestazione come questa. I numeri ci dicono che stiamo andando nella direzione giusta: le Marche, dal punto di vista cicloturistico, sono sempre più un punto di riferimento per gli appassionati e sono contento che anche a livello istituzionale si considerino eventi come questi un’opportunità per crescere. L’edizione di quest’anno è stata importante per consolidare il marchio: vogliamo che sempre più appassionati e turisti dall’Italia e dall’estero vengano nelle Marche per pedalare e scoprire la Regione nella sua interezza, dal mare ai Monti Sibillini”.

“Basta leggere i numeri per comprendere l’indotto che porta un evento come questo – è stato invece il commento del Sindaco di Porto Recanati, Andrea Michelini -. La 5 Mila Marche è anche un grande spot per la destagionalizzazione, perché ti permette di allungare il periodo migliore del turismo per qualche settimana. Con gli eventi sportivi e la bicicletta è possibile riempire una cittadina di mare anche ad ottobre, a maggior ragione se le giornate sono splendide come lo sono state in questi giorni”.

La 5 Mila Marche è anche l’unico evento facente parte del prestigioso circuito Granfondo WorldTour, che raccoglie i migliori eventi di questo genere a livello internazionale. “Questo è un evento giovane che sta crescendo anno dopo anno – ha detto il catalano Dani Buyo, CEO di Granfondo WorldTour, ospite della tre giorni marchigiana -. È bello vedere come lavorano Andrea Tonti e la sua squadra, l’entusiasmo che c’è attorno alla manifestazione e il grande supporto che danno sponsor e Istituzioni. Questo evento racchiude perfettamente tutte le caratteristiche che servono per appartenere al WorldTour. Il percorso è tra i più duri d’Europa e turisticamente è eccezionale”.

A chiudere la 5 Mila Marche è stata la GF 5 Mila. Chi ha scelto il percorso lungo, si è dovuto testare su 113 km e 1720 metri di dislivello, caratterizzati da scenari meravigliosi tipici dell’entroterra marchigiano, con tantissimi saliscendi che hanno reso la corsa davvero dura per tutti. Per chi ha affrontato il percorso medio, invece, sono stati 82 i km da affrontare, con 1220 metri di dislivello complessivo.

Ad imporsi nel percorso lungo è stato Marco Oliva (A&G), bravo a resistere al ritorno del gruppo, regolato da Pietro Dutto (Team Mentecorpo) sull’ex professionista Paolo Totò. Tra le donne ha vinto in solitaria Maria Elena Palmisano (Garda Scott Matergia), anticipando Emilie Bottini (Zerotest) e Piera Bertorelli (Team Go Fast).

Nel medio invece si impone in uno sprint ristretto Marco Mordini (Argon 18-Hicari-Stemax) su Manuel Fedele (Team Go Fast) e Giulio Scopetani (Vitam-in), mentre al femminile si impone Lisa De Cesare (Highroad), con Luisa Isonni (Boario) seconda e Mara Manfredi (Vivo -MG.K Vis-Dal Colle) terza.

iscriviti alla newsletter 5 mila

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato e ricevi in anteprima tutte le news sulla #5MILA! 

iscriviti alla newsletter 5 mila

Iscriviti alla Newsletter

Resta aggiornato e ricevi in anteprima tutte le news sulla #5MILA! 

contact us