contact us

SKY IS THE LIMIT

porto recanati – 20/21/22 Settembre 2024 

discovering Marche, the cycle heaven !

SKY IS THE LIMIT

porto recanati

20/21/22 settembre 2024

5 Mila Rando, impresa compiuta: 12 ore in sella da ricordare

Un gruppo di coraggiosi si è lanciato prima dell’alba per i 250 km e 5 mila metri di dislivello della Randonnée: la fatica è stata tanta, ma i paesaggi hanno allietato la lunga pedalata dei partecipanti. Domani la GF 5 Mila, con partecipanti da tutto il mondo

Mentre qualcuno sfruttava la splendida giornata di sole per l’ultima abbronzatura dell’anno nella spiaggia di Porto Recanati (MC), un folto gruppo di appassionatissimi ritirava il suo dorsale alle 5 del mattino e, un’ora più tardi, si lanciava nella 5 Mila Rando. Il menu prevedeva 250 km e 5 mila metri dislivello, da affrontare però senza l’assillo della classifica o del tempo massimo, ma per il solo piacere di sfidare sé stessi e testarsi su di un territorio estremamente variegato sia dal punto di vista paesaggistico che tecnico.

La sfida era da ultracycling e non è un caso che la 5 Mila Rando sia definita tra le più dure d’Europa: gli ultimi, per fortuna dotati di fanalino, sono arrivati a serata inoltrata, in una giornata che sicuramente ricorderanno per lungo tempo. La cornice però è stata unica: il mare e la Riviera del Conero hanno pian piano lasciato spazio al Parco Nazionale dei Monti Sibillini, a Sarnano e il Valico di Santa Maria Maddalena verso Sassotetto. Lì, ad aspettarli, c’era la stele in memoria dell’indimenticato Michele Scarponi, dove in molti si sono fermati per scattare una fotografia. A seguire gli atleti si sono trovati di fronte il Lago di Fiastra, Matelica e la salita di Monte San Vicino, prima di tornare giù al Lago di Castreccioni e risalire verso Cingoli, uno dei borghi più belli d’Italia e famoso per essere il “Balcone delle Marche” per l’incantevole vista a 360° del territorio circostante.

Nel mentre a Porto Recanati andava in scena la Mini 5 Mila, con prove di abilità e sprint per giovanissimi PG, mini PG e non tesserati, e la Ciclopedalata in Rosa, con un centinaio di donne che si sono lanciate in ebike e non solo con la maglia “in corsa per le pari opportunità” in un giro di 25 km per i comuni di Porto Recanati, Loreto e Numana. Da sottolineare la presenza simbolica di un gruppo cicliste profughe afghane, che hanno colto l’opportunità per raccontare la loro incredibile e coraggiosa storia.

DOMANI LA GF 5 MILA: I NUMERI SONO OTTIMI

A Porto Recanati si registrano 15 mila presenze nel computo dei 3 giorni della 5 Mila Marche. In particolare, gli iscritti alla GF 5 Mila sono in crescita rispetto ai 1200 dell’edizione precedente, dato molto incoraggiante visto che buona parte degli eventi di questo genere ha visto un calo di partecipanti in questo 2022. Saranno 15 le Nazioni rappresentate, compresi atleti provenienti da Brasile, Argentina e Russia, mentre 38 le province italiane.

Si partirà alle ore 8 da Piazza Brancondi a Porto Recanati (MC) per i 113 km e 1720 metri di dislivello della Granfondo 5 Mila. Pochi chilometri dopo il via, dalla frazione di San Girio, si comincerà a salire verso Potenza Picena per 3 km al 5 % di pendenza media, dopodiché si proseguirà per circa 25km con continui saliscendi.

Da Macerata si scende per poi risalire verso il centro storico di Pollenza e, poco dopo, di Treia. Da Treia si prosegue per Cingoli, affrontando una discesa veloce e un tratto pianeggiante fino in località Chiesanuova; si svolta a sinistra. Una volta oltrepassata la frazione Grottaccia, si prosegue in direzione Troviggiano, rimanendo su un continuo su e giù.

Superato il muro, inizia, da Cingoli, la parte più facile della Granfondo: si scende per circa 10 km prima di un falso piano e un’altra discesa di 5 km. Si sale quindi verso Montefano e dal paese si farà rotta verso Recanati, con 12 km circa di saliscendi. Infine, si riscenderà verso il mare in direzione Porto Recanati, dove l’arrivo coinciderà con la partenza.

Chi sceglierà il percorso medio, 82 km e 1220 metri di dislivello, si separerà dai granfondisti all’altezza di Macerata, quando gireranno in direzione di Montecassiano, Montefano e Recanati, città di Giacomo Leopardi, per un tracciato caratterizzato da tantissimi strappi “mangia e bevi”. Da Recanati all’arrivo, il percorso sarà lo stesso di chi sceglierà quello lungo.

contact us